Mal di Schiena: capiamone di più


Intervista esclusiva con il Dott. Scognamiglio, medico Fisiatra

BPT: Dott. Scognamiglio, cominciamo subito con una domanda che può sembrare banale: i Mal di Schiena sono tutti uguali?

DOTT: No, ovvio che no. Non tutti i mal di schiena sono uguali, perchè non tutte le cause sono uguali. Ovviamente un dolore alla schiena improvviso causato da uno sforzo ha valenza diversa da un dolore causato da un ernia o da un dolore causato da una giornata seduti davanti al PC

BPT: Immagino che diversi tipi di dolore richiedano diversi tipi di trattamento, o sbaglio?

DOTT: Non sbaglia. E’ prassi comune ricorrere all’automedicazione in caso di dolori, ma è meglio fare delle precisazioni in merito: il dolore causato da Sciatalgie, Lombosciatalgie, strappi muscolari, lardosi, ernie sono caratterizzati da dolorabilità acuta, a volte intensa, che, spesso, coinvolge anche altre parti del corpo come gambe, testicoli, ano che potrebbero non far pensare ad un coinvolgimento della schiena tra le cause

BPT: Effettivamente ricordo che qualche anno fa mi capitò, andando a coricarmi per la notte, di sentire un dolore molto intenso ad un testicolo e mi spaventai molto. Non avrei mai pensato che fosse causato da un problema alla schiena, invece era proprio così.

 

DOTT: Beh immagino che sia dovuto ricorrere alla terapia medica e si sia sottoposto ad altri accertamenti come radiografia e risonanza magnetica per individuare le cause del problema. Ed è quello che consiglio di fare in caso di dolore acuto ed intenso, in particolare quando coinvolge anche altre parti del corpo. Non è possibile fare una diagnosi da soli o tramite un sito internet: rivolgetevi al vostro medico di fiducia il quale saprà individuare la terapia più adatta al vostro caso.

BPT: Dott. Scognamiglio, ma lo stesso consiglio, ovvero di rivolgersi al medico di fiducia, è valido anche per quei doloretti che sentiamo al mattino nel letto, o la sera dopo una giornata al PC, o quando stiamo per un po’ chini sul cellulare?

DOTT: Questi sono casi diversi: spesso siamo portati a pensare che siano dovuti a cause diverse, perchè coinvolgono parti diverse del corpo (magari la parte delle vertebre lombari stando a letto e quella delle vertebre cervicali dopo una giornata di lavoro) e, a volte, siamo portati ad indicare come causa quella che non è la reale causa del “fastidio”. Faccio un esempio: spesso parlo con pazienti che mi dicono: “Dottore ho preso un colpo d’aria ed ho la cervicale”, oppure “Dottore non ho mai sofferto di cervicale ora se prendo un po’ di freddo mi viene male al collo”. Spesso la causa non è quella! Non dico che non vi sia correlazione, ma il colpo d’aria spesso non fa altro che acuire un sintomo che ha una causa completamente diversa. Spesso non ci si pensa perché, se io faccio un piegamento, sollevo un peso ed avverto un dolore, correlo il mal di schiena (effetto) al movimento (sbagliato) fatto per sollevare il peso (causa).

Come sollevare un peso dal pavimento in modo corretto

Invece, spesso, non si mette nella dovuta correlazione qualche disturbo con la principale causa di questi fastidi: se mi viene un dolorino al collo dopo una sudata o durante l’inverno, magari in una giornata ventosa, do colpa al meteo, alla sudata, al freddo, senza pensare che il problema ha una causa più subdola: LA POSTURA

BPT: Dottore, ci da una definizione chiara di cosa sia la postura

DOTT: In realtà il termine postura ha un significato molto, ma molto semplice: letteralmente significa posizione. Tradotto in soldoni questo significa che, spesso, assumiamo comportamenti sbagliati i cui effetti non si manifestano immediatamente con una relazione causa/effetto (come per il peso sollevato in modo improprio), ma si manifestano con fastidi in tempi diversi, e, cosa ancora peggiore, possono tradursi in problemi cronici.

Quindi è importante prendere delle contromisure per evitare problemi.

BPT: Chi dovrebbe fare qualcosa per questi problemi:

DOTT: I problemi dovuti alla postura sono comuni pressochè a tutti: 

  • Chi lavora in ufficio, al PC, specialmente se utilizza un computer portatile, ha spesso il collo piegato, questo a causa della distanza dal monitor, di testi troppo piccoli da leggere, oppure per un’altezza errata del monitor stesso, che dovrebbe essere ad altezza occhi. Con il computer portatile il problema si amplifica perché per avere la tastiera ad un’altezza corretta si avrà lo schermo molto basso rispetto alla linea degli occhi.
  • La stessa cosa succede a chi sta spesso con il cellulare in mano: il collo è sempre molto piegato e la colonna vertebrale ne risentirà. E’ un problema che può riguardare anche i più giovani, quindi, i quali dovrebbero mettere in atto le giuste contromisure prima che si sviluppi il dolore cronico.
  • Chi guida molto ha, spesso, problemi alla schiena dovuti sia alla posizione tenuta durante la guida, sia perchè, diciamocela tutta, le auto di fascia media o medio bassa non brillano per l’ergonomia delle sedute. Così come spesso non hanno l’ergonomia tra i punti di forza certi mezzi pesanti o gli autobus di linea.
  • Chi studia: gli studenti, stando molto tempo chini sui libri e sui quaderni tengono il collo in posizione innaturale. 

Il problema, però non è solo per le articolazioni cervicali, ma anche per le articolazioni lombari ed è causato, ad esempio, da 

  • Sovrappeso: Purtroppo i chilogrammi di troppo non aiutano la nostra colonna vertebrale.
  • Spostamento di pesi in modo sbilanciato (ad esempio la busta della spesa, o la confezione di bottiglie di acqua).
  • Accentuata assimmetria delle gambe: nessuno di noi è perfettamente simmetrico, questo vuol dire che ciscuno di noi ha una gamba più lunga dell’altra. Questo può tradursi in una posizione della colonna vertebrale non verticale che, a lungo andare, sfocerà nel “mal di schiena”.
  • Utilizzo intensivo dei tacchi alti, Le signore se ne facciano una ragione: i tacchi alti sono eleganti, ma a lungo andare possono creare qualche problema.

BPT: Quindi, per giungere ad una conclusione, si può rimediare un po’ a questi danni? Oppure dobbiamo solo conviverci ed arrenderci all’evidenza?

 DOTT: si può e si deve prevenire, e qualora fosse tardi, anche curare. Ovviamente si può andare in palestra, ma deve essere un’allenamento volto alla correzione posturale. La palestra intesa come aerobica piuttosto che step o zumba fa sicuramente bene, ma non è specifica per questo problema. Capisco che, chi va in palestra per attività diverse, magari non ha tempo o voglia di aumentare le sue sedute con corsi specifici. E chi non va in palestra probabilmente non ci va perchè non ha il tempo di farlo, non è attratto da questo genere di attività o, magari, non ha modo di affrontare il costo di un abbonamento costante. E’ per questo che, vorrei proporre una soluzione, che è sia preventiva che curativa e che ha, inoltre, molti vantaggi:

  • Ha un basso costo di acquisto
  • Non necessita di nessun tipo di abbonamento
  • Ne consiglio l’uso a chiunque, purché maggiorenne, anche se non vi sarebbero controindicazioni per nessuno

Sto parlando di “Perfect Posture” 

Perfect Posture è il miglior correttore posturale in commercio, che unisce ai benefici del mantenimento della posizione di schiena e spalle i benefici dati dai magneti permanenti che incorpora, integrando anche la magnetoterapia. Consiglio ai lettori di approfondire il funzionamento di questo oggetto, leggerne i benefici che vanno oltre la semplice postura e di leggere le opinioni di chi ha avuto modo di provarlo cliccando qua

BPT: Dott. Scognamiglio, grazie per questa intervista e per i suoi consigli su come combattere il dolore di schiena.

DOTT: Grazie a Lei e grazie ai lettori che sono arrivati a leggere fino qua. Ricordate che non è mai troppo presto per avere cura della propria schiena. A presto.